BLOG

Ylenia DISavventure!!

Articolo del tutto improvvisato e scritto da cellulare

Ore 20:56 fermata dell’autobus n°…ah no! Non sto andando a lavoro, non sto aspettando il mio solito autobus…sono nel bel mezzo di un nuovo capitolo del blog: Ylenia DISavventure!

Ho appena trascorso due splendide giornate a Lucerna, in Svizzera. Tutto è andato per il meglio fino a circa cinque ore fa quando, sulla via del ritorno diretta a Milano, iniziano i rallentamenti in autostrada.

Inizialmente pare che il problema sia un incidente, infatti, poco dopo, vedo passare diversi carri attrezzi con i mezzi incidentati. La circolazione dopo circa una mezz’ora riprende – a passo d’uomo, ma riprende – però poco dopo siamo di nuovo fermi.

Il ritardo aumenta. “Ecco lì, la mia coincidenza così va a farsi friggere”, ho subito pensato.

Infatti…

Ad un certo punto l’autostrada sembrava essere di nuovo nella norma, ma poi niente da fare. Ancora una volta fermi. L’autista, che sono quasi certa non parli italiano, cerca comunque di captare qualche informazione dalla radio: ad un certo punto alza di brutto il volume ed io, poiché seduta in seconda fila, riesco a sentire che ci sono “forti rallentamenti in direzione sud…”, così recitano alla radio. Non ce l’eravamo proprio data 😉

Dopo parecchio che siamo bloccati in una galleria (il che non fa mai piacere), sentiamo strombazzare insistentemente. Un altro mezzo di soccorso! Altro incidente?

Morale della favola il mio bus accumula quasi due ore di ritardo e io avevo un altro bus da prendere per tornare a Genova, sempre della stessa compagnia.

Quando ormai mi è chiaro che mai e poi mai riuscirò a prendere quel bus, inizio a cercare possibili alternative per tornare a casa.

Indovinate un po’? Quello era l’ultimo bus e l’ultimo treno da Milano Centrale parte alle 21:10.

Impossibile farcela.

All’altezza di Como inizio a pensare di scendere e prendere un treno direttamente da lì: il bus fa una tappa proprio lì davanti alla stazione! Macché. Zero treni. Il primo domani mattina.

Raga ma io domani alle otto devo essere a lavoro, per di più a Savona!

Dovevo avere un’ora e 15 minuti per cambiare! Invece arrivo a Milano Lampugnano alle 20:56, 26 fottutissimi minuti dopo. Ma non è colpa di nessuno, non mia, non dell’autista.

L’unica alternativa al pernottare come una barbona in stazione Centrale sempre ammesso che non chiuda la notte? Il bla bla car. Sto contattando un certo Matteo quando mi giro e vedo la scritta “Roma” su un bus  che si palesa davanti a me. Spiego la mia situazione ai due autisti e mi ci fanno di salire che sono in partenza, che chiamano il call center e mi fanno fare il biglietto. Che botta di…fortuna!!

Ora non sono più le 20:56 chiaramente, ma sto sul bus che mi porterà a Genova dove prenderò un altro bus (cittadino) che mi porterà alla mia macchinina! E da lì, via verso Savona!

Spero di non trovare altri ostacoli da qui a casa, perché ultimamente ad ogni rientro ho di questi problemi e per oggi ne ho avuto abbastanza 😉

Colgo intanto l’occasione per ringraziarvi dell’interesse rivolto al mio blog: in un mese ho ricevuto più di mille visualizzazioni e giuro che non me lo sarei mai aspettato! 🎉

GRAZIE GRAZIE GRAZIE.

Ora ho ancora io mio bel da fare a cercare gli orari dell’altro bus che devo prendere, quindi mi metto al lavoro 😉

Vi tengo aggiornati sul mio rientro, buona serata a tutti ❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti